Linni Meister, Giocata Maldestra

Linni Meister continua a vivere il tavolo con spensieratezza e con una buona dose di vino. E appare anche confusa. Giusto un po’. Nel frattempo è rimasta coinvolta in una mano con quattro giocatori.

Tutto è iniziato con il limp di Linni da UTG. Il giocatore accanto a lei rilancia a 2.500 e Giannino Salvatore 3-betta a 5.000. Finchè Ram Sarig dallo small blind decide di andare all in per 15.200 chip.

Ora tocca nuovamente a Linni. Deve aver visto l’azione fino alla 3-bet di Giannino, visto che mette cinque chip da 1.000 ciascuna al centro. Il dealer la informa che per giocare deve mettere 15.200 e non 5.000. La Meister appare confusa e si accorge solo dopo dell’all in di Sarig, così fa capire di non voler mettere tutti questi gettoni, e anzi di voler ritirare quelli messi al centro e foldare. Ovviamente, non era un’opzione possibile.

Viene chiamato il floorman che spiega le regole in questo caso e le fa capire di poter lasciare i 5.000 oppure chiamare l’all in. A questo punto, dopo aver sorseggiato un altro po’ di vino, Linni decide di fare call, facendo capire di voler dare il buon esempio.

L’original raiser folda e l’azione passa a Salvatore, che senza pensarci troppo decide di pushare a sua volta. Linni, con circa 35.000, lo copre. Lei prende un altro sorso e folda le sue carte dopo aver involontariamente buttato via 13 del suo stack.

Showdown:

Gianni Salvatore: 9 9
Ram Sarig: J 9
Board: 9 8 J K 4

Sarig viene eliminato, mentre Salvatore sale oltre la quota dei 50.000.